Review: Macchine Musicali al tempo di Händel (Massimo Di Sandro)

Macchine Musicali

“Un orologio di Charles Clay nel palazzo reale di Napoli”  ed.Olschki

Prima della radio, prima dei dischi, prima della TV, prima di internet, gli orologi musicali rappresentavano, escludendo la presenza di esecutori in carne ed ossa, l’unica possiblità di ascolto musicale tra le mura domestiche.

La fedeltà acustica dell’orologio musicale, frutto di una eccelsa precisione meccanica contenuta in un involucro che rappresenta un’opera d’arte per ogni pezzo (vedi foto), fece sì che l’orologio musicale fosse uno degli oggetti più venduti in Inghilterra a partire dalla seconda metà del XVII secolo, a fronte di una crescita delle classi sociali agiate ed un netto incremento nelle vendite di oggetti ad uso domestico.

Orologio Musicale custodito a Kensington Palace, Londra. Realizzato per la principessa del Galles, Augusta, grande appassionata di musica Haendeliana.

Orologio Musicale custodito a Kensington Palace, Londra.
Realizzato da Louis Francois Roubiliac nel 1743 per la principessa del Galles, Augusta, grande appassionata di musica Haendeliana. (discoveringclocks.wordpress.com)

 

Grande esponente dell’orologeria musicale settecentesca fu Charles Clay, che ebbe una solida e duratura collaborazione con George Friedrich Handel dalla quale nacquero stupefacenti orologi che riproducono le magiche melodie del compositore sassone. Tra quelli ancora perfettamente funzionanti, il più antico risiede nel palazzo reale di Napoli e contiene dieci composizioni, di cui cinque attribuite ad Handel. Tutto questo viene analizzato ed esposto nell’opera “Macchine Musicali al tempo di Händel”  dello storico e musicologo Massimo Di Sandro.

Il libro di Di Sandro è quindi un bel saggio che ci fa scoprire questo mondo forse troppo poco conosciuto, attraverso nozioni storiche e musicologiche (gli orologi garantivano non solo una riproduzione completa di un pezzo musicale ma anche il rispetto delle dinamiche e gli andamenti espressivi) e servendosi di numerose rappresentazioni grafiche e spartiti. Personalmente l’ho comprato perchè cercavo una lettura su Haendel che uscisse dal solito materiale reperibile anche su internet. Ne consiglio la lettura ad appassionati di orologi storici e di musica Handeliana (io lo sono di entrambi) o chi è curioso di analizzare le sfumature socioculturali tra i secoli XVII e XVIII, ma d’altro canto ritengo che per un pubblico più ampio possa risultare un libro troppo tecnico e poco coinvolgente.

Prezzo di copertina: € 20.00 (su amazon è facile trovarlo a prezzo inferiore)

Bellissimo esempio di musica (arrangiamento per chitarra) composta da G.F.Handel per orologio musicale:

 

Il mio gruppo facebook dedicato ad Handel:

https://www.facebook.com/groups/Haendelthebest/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...