Suoni del tempo

Quando penetra intenso il primo raggio del mattino

Le stelle sono un ricordo svanito

Figlia sua è la brina sui fiori

E la cenere nel camino

Se la sua luce rispolvera il velo di cento notti

 

Ripensa a me, per un momento

Come se non avessi sbagliato nulla

 

Quando senti il suono di un castagno che cresce lontano

Ma le mie frasi d’amore sembrano mai uscite

Quando ti vesti per l’estate ma il cielo si chiude nel grigio

Ed il sangue ha un sapore più amaro

 

Ripensa a me, per un momento

Come se facessi ancora ridere

 

Se non escono lacrime

Concediti il permesso di farle uscire

Forse non arriva estate finchè inverno e primavera non fanno le loro pulizie

E se alla fine ci riesci, scrivimi una lettera al nuovo indirizzo

In modo che possa impararlo anch’io

 

Senza pensare più a noi

 

 

Paul

Una risposta a “Suoni del tempo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...